Zenzero superstar: l’Istat lo inserisce nel paniere

La spezia è l’alimento del momento, grazie alle sue note proprietà benefiche: star dei social, è ora è considerata tra i prodotti che non possono mancare nel carrello della spesa degli italiani.

Zenzero superstar: l’Istat lo inserisce nel paniere

E’ lo zenzero l’alimento rivelazione del 2018. A certificarlo non sono solo le sue acclarate proprietà benefiche (di cui First&Food ha già scritto) e nemmeno il boom di menzioni sui social network (da Pinterest a Instagram, le ricerche con la parola ‘zenzero’ sono aumentate del 600%) ma addirittura l’Istat, che nel suo paniere dei prezzi 2019 ha creato una piccola rivoluzione: da adesso la spezia è considerata tra i prodotti che non possono mancare nel carrello della spesa degli italiani (nonostante un prezzo non propriamente economico, visto che può arrivare a costare anche 15 euro al kg), e scalza prodotti ben più pop ma ormai desueti come cd e dvd.

La scelta è probabilmente dettata da una moda, soprattutto nell’utilizzo dello zenzero per le infusioni (magari insieme al limone), ma sulle sue proprietà benefiche non ci sono ormai dubbi alcuni: ottimo ad esempio per contrastare la nausea, in particolare durante la gravidanza, come aiuto per digerire o per combattere i sintomi (o prevenire) di influenza e raffreddore. I suoi effetti antinfiammatori e antiossidanti sono indicati anche nei casi di dolori muscolari o articolari, pressione o colesterolo alti e perfino come antitumorale naturale. E’ per questo usato da millenni nella medicina tradizionale di molti Paesi orientali, anche se non ci sono evidenze scientifiche a supporto (ma infatti non viene usato e spacciato come farmaco, ma come alimento benefico).

Lo zenzero non è tuttavia usato per infusi e per scopi salutistici: è una spezia dal sapore molto marcato, utilizzabile anche per dare una nota piccante a primi e secondi piatti o per marinare carne e pesce. Il segreto delle sue proprietà sta nel suo costituente attivo, il gingerolo: ecco perché gli italiani fanno bene a metterlo nel carrello della spesa, ma possibilmente fresco. E non bisogna abusarne: lo zenzero aiuta per la pressione, ma in caso di pressione alta (o anche di aritmia o calcoli biliari) le sue proprietà potrebbero avere effetti sconsigliabili.

Condividi

One thought on “Zenzero superstar: l’Istat lo inserisce nel paniere

Commenta