Vissani sbarca a Roma con la “cucina democratica”

Il grande Chef apre a Roma in pieno centro storico “Il tuo Vissani”, ristorante smart dalla cucina rapida, con offerta di panini, insalate, tapas, rivolto a un target giovanile e a prezzi abbordabili.

Vissani sbarca a Roma con la “cucina democratica”

Gianfranco Vissani apre un coté romano: a Piazza San Pantaleo, detta un tempo anche “de Petracarolis“, per la presenza nelle vicinanze di una di quelle pietre sulle quali si svolgeva il mercato del pesce, di proprietà di un mercante di nome Carolus (come a dire una predestinazione secolare) il grande Chef di Baschi realizza un progetto che aveva in mente da tempo: un ristorante smart “Il tuo Vissani”. Niente cucina stellata, niente alti prezzi ma una prososta di qualità, essenzialmente indirizzata a un target giovanile se non di età di gusti, fatta di piatti di tradizione rivisitati,tapas, insalate, panini, panini d’autore, ovviamente, e servizio rapido.

Sarà la vicinanza con la irriverente statua parlante di Pasquino, dove la Roma papalina affiggeva nottetempo messaggi che si facevano beffa dei potenti – a un passo da Piazza Navona e da Campo de’ fiori, ma anche se Vissani tiene a precisare che con questa scelta non intende essere una risposta polemica alla decisione della Guida Michelin che lo ha declassato da due a una stella ( ma a pensar male si fa peccato … ma spesso ci si indovina, diceva Andreotti ) certo è che in un momento in cui tutta l’attenzione mediatica è rivolta verso la cucina di alta qualità Vissani, andando controcorrente come sempre, abbassa l’asticella non della qualità ma del concetto di ristorazione.

Nessuna aspirazione stellata dunque per il ristorante di San Pantaleo ma un ristorante che intende dimostrare che qualità e low cost sono due concetti che possono coesistere con soddisfazione di tutti. La nuova scommessa dello Chef umbro è la realizzazione di un’idea che gli è sempre frullata per la testa, avvicinare il grande pubblico, che non può permettersi le ovattate atmosfere di un ristorante stellato a parecchi zeri, ad una buona cucina di qualità, una “cucina democratica”. Ci provò anni addietro col progetto “L’altro Vissani” con “menù democratici” che avrebbero dovuto conquistare piazze importanti come Capri, Cortina d’Ampezzo, Orvieto e Roma in piazza di Spagna. Ma la cosa con il tempo è stata abbandonata e l’altro Vissani non aprì neanche mai i battenti a Roma.

Vissani junior

Con la caparbietà che lo contraddistingue, nota a tutti, il grande Chef si presenta a Roma assieme al figlio Luca negli spazi che fino a poche settimane fa ospitavano il ” Pantaleo Food Wine Mixology con una proposta gourmet-popolare, in una zona ad alto tasso di movida e di turismo, che vuole dimostrare che si può essere democratici in cucina puntando su freschezza, fantasia, materie prime scelte, a prezzi accessibili alle tasche dei più.

La filosofia che sta alla base del “Tuo Vissani” è quella – dice lo Chef – di coinvolgere tutti, giovani e adulti, proponendo sempre il meglio del mercato”. Praticamente un ciclo continuo nell’arco della giornata, dal brunch della mattina fino alla cena denominata #VissaniSmart.

E per la domenica c’è “InFamily”: “Il Brunch della Domenica”

“ Se non torniamo alle origini siamo fregati – dichiarò Vissani anni fa in una intervista – Io più giro il mondo e più mi spavento quando mi metto a pensare che sta diventando tutto uguale. Anche nel mio settore, i cuochi si sono appiattiti. Ora io capisco che se non hai una tradizione e una materia prima, te devi inventa’ qualcosa. Ma noi no. Noi abbiamo tutto quello che ci serve, e a portata di mano. E la gente se n’è accorta”.

Cucina democratica per l’appunto.

Condividi

Commenta