Una Ferrari di cioccolato per i 50 anni di Schumacher

L’omaggio di Sciocolà, il Festival della cioccolata di Modena, al grande campione. Realizzata con 20 quintali di cioccolato. Attesi a Modena oltre 50 maestri cioccolatieri dall’Italia e dall’Estero

Una Ferrari  di cioccolato   per i 50 anni di Schumacher

Sciocola’, il Festival del cioccolato, in programma a Modena dal 31 ottobre al 3 novembre, una quattro giorni totalmente dedicati al cibo degli dei, festeggia i 50 anni di Michael Schumacher dedicandogli una Ferrari monoposto F2004, la vettura con la quale Michael Schumacher, si laureò nel 2004 campione del mondo, interamente in cioccolato e nelle reali proporzioni. Per realizzare la imponente scultura, il maestro cioccolataio Mirco Della Vecchia, detentore di diversi guinness, coadiuvato dell’artista aretino Alessandro Marrone, si è servito di 20 quintali di cioccolato. Della Vecchia non è nuovo a imprese ‘titaniche’. Fu sempre lui, l’anno scorso, per l’edizione 2018 di Chocolà, a realizzare il Monte Rushmore di cioccolato con i volti di Vasco Rossi, Enzo Ferrari, Luciano Pavarotti e Massimo Bottura.

“Siamo orgogliosi di poter creare questa scultura della monoposto F2004 in grandezza reale – afferma Della Vecchia – in onore di Michael Schumacher ma soprattutto della Ferrari, nell’anno in cui torna a vincere al circuito di Monza grazie al campione Leclerc. Un omaggio al passato e speriamo che sia un auspicio per il futuro di questa grande squadra che è Ferrari riconosciuta a livello internazionale come il brand più importante al mondo”.

Le Ferrari di cioccolato verrà presentata al pubblico e alle istituzioni venerdì 1° novembre assieme alla Scuderia Ferrari Club Modena “Enzo Ferrari”. Il cioccolato è stato offerto da Callebaut, uno dei maggiori produttori di cioccolato in Italia, e i prodotti per le rifiniture sono stati messi a disposizione da S.i.l.e.a.

Sciocola’, si prepara intanto a ricevere dal 31 ottobre al 3 novembre oltre 50 Maestri cioccolatieri e pasticceri da tutta Italia, e non solo, che faranno apprezzare e conoscere il cioccolato in tutte le sue dolcissime declinazioni, attraverso più di 100 stand espositivi.

Il tema dell’edizione 2019 è cioccolato e sport

Il tema dell’edizione 2019 vedrà l’accostamento tra il cioccolato e lo sport, un connubio stimolante che si concretizzerà in una serie di eventi ed appuntamenti raccogliendo l’importante eredità e realtà territoriale della Motor Valley, di altre espressioni sportive nazionali e locali e approfondendo i vantaggi dati dall’inserimento del cioccolato nella dieta dello sportivo.

Su questo fronte c’è veramente l’imbarazzo della scelta. Gli artigiani cioccolatieri e pasticceri, proporranno una ricca varietà di prodotti, dai più tradizionali a quelli più ricercati ed innovativi. Dai classici cremini ai tartufi alla nocciola tonda gentile delle Langhe, ai macarons al croccante. E non mancheranno anche proposte decisamente curiose, come le praline al parmigiano reggiano o i marrons ricoperti. Ci saranno proposte inaspettate come i dolci in vaso cottura a base di cioccolato ma anche largo spazio ai classici con i dragèes al liquore, i cuneesi al rhum, i liquori al cioccolato e la torta al sangiovese. Per gli amanti dell’healty non mancherà il cioccolato bio e senza zuccheri, senza dimenticarsi il cioccolato artigianale senza glutine.

In calendario ci sono anche delle sfide. La Scuola Alberghiera e di Ristorazione di Serramazzoni selezionerà otto talenti del corso di specializzazione di pasticceria che si sfideranno in accostamenti insoliti con colori e forme inedite, davanti ad una giuria di esperti.

I prodotti del territorio saranno i colori della tavolozza con i quali Il Maestro Cioccolatiere Marisa Tognarelli realizzerà e presenterà l’esclusivo cioccolatino creato per Sciocola’ 2019 con degustazioni basate su esclusivi connubi eno–gastronomici tra prodotti modenesi e cioccolato.

Un interessante viaggio nel gusto sarà il “CioccoYoga”, con il maestro cioccolatiere Franco Pasquale, che farà testare pregiate tipologie di cioccolato… ad occhi chiusi!

I più curiosi potranno entrare in una vera e propria “Fabbrica del cioccolato BeanToCiok” in cui maestri cioccolatieri torinesi, con l’ausilio degli specifici macchinari, accompagneranno il pubblico nel processo artigianale di creazione del nettare degli dei, dalla selezione delle fave di cacao, alla realizzazione a mano delle tavolette di cioccolato.

Share this post

Post Comment