Mangiare fuori 2019: superfood, “free-from” e tecnologia superstar

Il 2019 gastronomico promette scintille come segnala un report di Doxa e TheFork: ecco i risultati

Mangiare fuori 2019: superfood, “free-from” e tecnologia superstar
Sicuramente non ci annoierà. Il 2019 gastronomico promette scintille, tra nuove tendenze e vecchie passioni per una soddisfazione del palato, che per la maggior parte dei casi, manifesterà un debole per i superfood, verso regimi alimentari basati su oli vegetali e  per il “free-from” (lactose free, meat free, gluten free ecc.) e il veganismo. Insomma- come ha delineato il report  “Mangiare fuori nel 2019” di Doxa e TheFork (piattaforma online per la prenotazione dei ristoranti)-  sono attesi 12 mesi caratterizzati tra estremismi alimentari, innovazione e una ricerca sensoriale che non si arresterà al semplice bene o servizio, ma andra ben oltre. Ecco quindi che con il 2019 si assisterà ad esperienze culinarie multisensoriali, alla nascita di ristoranti pop-up permanenti (spazi permanenti che consentono la rotazione di brand o chef) o alla realizzazione di cene narrative. In particolare il marketing esperienziale porterà alla nascita di formati originali come i ristoranti a tema cartoon o serie Tv. L’attenzione, sotto l’imput del cliente, sarà alta anche per tutto quello che riguarderà la trasparenza in termini di approvvigionamento, origini alimentari e metodi di coltivazione e trasformazione. Nello specifico le aziende, per soddisfare la richiesta, metteranno in atto un approccio sfaccettato che influenzerà sia il servizio al cliente sia le loro politicy interne. Ci sarà più trasparenza sui prezzi, sugli stipendi e sulle performance aziendali e si porrà sempre più enfasi sul commercio equo e sulla diversità e sull’impatto ambientale con grandi catene di ristorazione che implementeranno sempre più eco-iniziative, mentre le piccole imprese cercheranno  soluzioni eco-compatibili per combattere lo spreco alimentare. Continuerà la moda dei superfood, gli alimenti con proprietà organolettiche benefiche per la salute. Nel dettaglio  con l’anno appena arrivato ci sarà l’introduzione di ingredienti funzionali nei piatti, ovvero di ingredienti che dimostrano di avere effetti positivi su una o più funzioni dell’organismo con i gestori dei ristoranti che promuoveranno ogni specifico beneficio di questi piatti: miglioramenti naturali per corpo e mente come ad esempio collagene per la bellezza, cannabis per il relax e karkadè per alleviare lo stress. A seguire questa tendenza saranno i ristoranti olistici, caffè specifici per dieta e ristoranti sani e chic. Prevista inoltre una crescita dell’utilizzo della tecnologia nei ristoranti, mentre i consumatori continueranno  ad adottare ulteriori misure per saperne di più su luoghi di produzione e sui componenti del cibo che mangeranno sfruttando la tecnologia.

Share this post

Post Comment