La ricetta estiva: spaghetti con telline, vince la semplicità

Un piatto della tradizione profumato di mare e di semplice realizzazione è protagonista di Dol Fish Day, la proposta gastronomica di pesce di Proloco Trastevere per l’estate: solo pesce fresco non allevato delle coste laziali, solo pesce disponibile, in abbinamento con prodotti del territorio.

La ricetta estiva: spaghetti con telline, vince la semplicità

Per chi è appassionato di cucina di mare a Roma Proloco Trastevere in Via Mameli, lancia Dol Fish Day ovvero un menu dedicato al mare laziale proposto ogni martedì per tutta l’estate.  La filosofia di Proloco Trastevere che a Roma è presente con tre locali, quello di Via Mameli, quello di Centocelle, in via Domenico Panaroli e Pinciano, in via Bergamo, è quella di valorizzare i prodotti del territorio del Lazio.  Questa estate la nuova proposta gastronomica di Via Mameli, dedicata al pescato, si basa su pesce fresco della costa laziale, non allevato e che varia a seconda la disponibilità del mare.

Il menu tradizionale a base di pesce è composto da due antipasti, due primi, due secondi e un piatto speciale: “Ogni martedì proponiamo piatti semplici, esclusivamente di pesce in linea con la nostra offerta: quando il pesce è fresco non ha bisogno di grandi trasformazioni” spiega Elisabetta Guaglianone alla guida del ristorante insieme a Marco Natoli e Alessandro Salatino.

Tra le proposte in menù da degustare nel dehors, il Soutè di frutti di mare che varierà a seconda delle disponibilità del mare, molluschi e crostacei, crudi e carpacci. Largo poi ai grandi classici: il nero di seppia che ben si abbina con la pasta fresca del Pastificio Secondi e gli immancabili Spaghetti con le vongole. E ancora Guazzetto, Acqua pazza, Grigliata, Pesce al sale: una cucina di mare semplice ma di gran gusto.

Attinge a un antico prodotto marino tipico delle coste laziali, la tellina, un mollusco un tempo molto diffuso oggi presidio Slow Food, apprezzata fin dai tempi della romanità dal gastronomo e storico del cibo Apicio, autore di “De Re Coquinaria”, che può essere considerato il primo trattato gastronomico della storia, il piatto proposto da Proloco Trastevere, rigorosamente made in Latium in tutte le sue componenti, un piatto fresco di facile esecuzione che esprime proprio nella semplicità il meglio del suo sapore che si basa sulla delicatezza  di questo straordinario mollusco:

Spaghetto con telline

Ingredienti per 4 persone

400 gr di spaghetti del Pastificio Lagano

800 gr di telline fresche della costa laziale

1 spicchio d’aglio rosso di Proceno

olio extravergine delle Colline Pontine Dop

2 scorze di limone

prezzemolo

sale

pepe agrumato

Procedimento

Spurgare le telline in una ciotola con acqua e sale; cambiare di frequente l’acqua fino a quando le telline non rilasceranno più la sabbia. Soffriggere l’olio extravergine Colline Pontine dop – tra le dop laziali è quella che si sposa meglio con il pesce – con uno spicchio di aglio. Quando l’olio inizia a sfrigolare aggiungere le telline. Chiudere con un coperchio per favorire l’apertura delle telline che in cinque minuti di cottura saranno già pronte.

A parte cuocere gli spaghetti in acqua poco salata e scolarli al dente.

Unire alle telline e ultimare con zest di limone, pepe agrumato per enfatizzarne lafreschezza, prezzemolo e un filo di olio a crudo.

Condividi

Commenta