La ricetta di Ivan Silvestri: filetti di triglia ai gamberi, pistacchio e carciofi

La filosofia dello chef Ivan Silvestri di Alicina Hosteria a Porto Ercole si traduce in questo piatto di facile esecuzione dove il sapore del mare viene rispettato ed esaltato con piccoli tocchi di cucina creativa ottenendo un perfetto equilibrio di sapori.

La ricetta di Ivan Silvestri: filetti di triglia ai gamberi, pistacchio e carciofi

Ingredienti per 4 persone

8 triglie medie 

Gamberi rosa 20

50 gr.Pistacchi

2 carciofi

Sale q.b

Origano q.b

Un rametto di timo

Procedimento 

Pulire e deliscare le triglie e sfilettarle facendo attenzione di lasciare la codina attaccata. Quindi con una pinzetta togliere le spine del pesce rimaste sul filetto.

Dopo aver sgusciato i gamberi, togliere il filetto nero e unirli ai pistacchi sgusciati.  Battere tutto a coltello come una tartare,  unire origano e pepe.

A questo punto  appoggiare  questo battuto su un lato del filetto di triglia precedentemente salato, coprire con l’altro filetto facendo una leggera pressione per farli unire meglio. Far riposare in frigo qualche ora.

Pulire quindi  i carciofi, tagliarli a spicchio e metterli a vapore per 5 minuti. Quindi passarli in padella con un filo d olio,aglio e timo.

Prendere quindi i filetti di triglia adagiarli in una padella antiaderente  dove avrete versato precedentemente un filo d’olio. Farli dorare da entrambi i lati e passarli in forno, che avrete preriscaldato a 180 gradi,  per 4 minuti.

Impiattamento

Adagiare delicatamente i filetti di triglia in un piatto, aiutandovi con una paletta piatta in modo che non si scompongano, e sovrapporre i carciofi.

Preparare un estratto di prezzemolo, olio e xantana per decorare il piatto. Per chi non ha un estrattore si può procerere frullando con un mixer foglie di prezzemolo, olio, acqua e un pizzico di sale. Guarnire a piacere con qualche foglia di timo

Condividi

Commenta