La ricetta di Caterina Ceraudo: bottoni di mandorle e nduja

Si può fare alta cucina con materie prime povere che rappresentano la storia di un territorio. La ricetta proposta da Caterina Ceraudo, chef una stella Michelin, esalta i sapori della Calabria attingendo alle sue tradizioni gastronomiche con grande levità.

La ricetta di Caterina Ceraudo: bottoni di mandorle e nduja

Ingredienti

Pasta fresca

• 400 gr di farina 00

• 200 gr di semola

• 9 tuorli

• 2 interi

• Aceto quanto basta

Farcia bottoni

• 240 gr base mandorla (mandorle idratate una notte, frullate e setacciate) 

• 40 gr nduja

Base mandorla

• 400 gr mandorle pelate

• 200 gr acqua

Brodo patate

• 500 gr di bucce di patata

• 2 litri di h20

Procedimento

Pasta fresca: mettere tutti gli ingredienti in planetaria e impastare, lasciare riposare la pasta per 30 minuti in frigorifero

Brodo: essiccare le bucce di patate salate a 170 gradi per 30 minuti, appena pronte fare il brodo in una pentola a pressione, inserire le bucce di patate e l’acqua, cuocere per 30 minuti a fuoco lento.

Base Mandorla: mettere le mandorle a idratate una notte, frullare e setacciare.

Farcia: frullare la ‘nduja, setacciare e aggiungere alla base mandorla preparata  in precedenza e mettere in una sac a poche e stendere la pasta molto fine, fomare dei bottoni.

Cuocere i bottoni di pasta in acqua salata, una volta pronti metterli in un piatto fondo, aggiungere il brodo di buccia di patate, la barba di finocchio fresca e qualche goccia di vino bianco (per questa ricetta usiamo il nostro bianco Imyr)

Share this post

Post Comment