La cucina di Aimo e Nadia alle Gallerie d’Italia a Milano: nasce Voce

Una nuova formula di ristorazione, firmata da due mostri sacri della enogastronomia italiana, complementare alle visite delle opere d’arte di Gallerie d’Italia ma anche a occasioni di incontro nel centro di Milano

La cucina di Aimo e Nadia alle Gallerie d’Italia a Milano: nasce Voce

Aimo e Nadia, l’eccellenza della ristorazione italiana, due stelle Michelin e Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo lanciano a Milano un nuovo spazio, “VOCE”, un luogo nuovo di convivialità e condivisione nel cuore di Milano che si affaccia su Piazza della Scala in grado di alimentare il fermento di una delle aree più vitali della città  in cui cultura e gastronomia si incontrano dando vita a un progetto ambizioso che si articola in tre momenti  la caffetteria, la libreria e il ristorante gourmet.

Nel complesso di proprietà di Intesa Sanpaolo sede del polo museale con sedi a Milano, Napoli e Vicenza, creato con l’obiettivo di condividere con i visitatori una selezione del proprio patrimonio d’arte circa 30.000 opere ereditato dagli oltre 250 istituti bancari confluiti nel Gruppo,  VOCE si propone come   un’originale esperienza enogastronomica e culturale complementare alla visita alle Gallerie d’Italia con un menu che nasce dal forte legame con il territorio e dalla stretta relazione con i tanti produttori della nostra penisola.

Se il duo storico Aimo e Nadia Moroni è stato per oltre 50 anni, sinonimo di una proposta culinaria unica basata su una visione della cucina italiana contemporanea, oggi quella filosofia ha passato il testimone ad Alessandro Negrini e a Fabio Pisani, con la direzione di Stefania Moroni. Un esempio del saper fare impresa italiano nell’ambito della ristorazione e dell’accoglienza. Alessandro Negrini viene dall’esperienza de  Il luogo di Aimo e Nadia dove è arrivato nel 2005 dopo una parentesi di un anno portando con sé Fabio Pisani insieme alla voglia di intraprendere un progetto con la famiglia Moroni per costruire il futuro della nuova generazione de Il Luogo.  Fabio Pisani dal canto suo viene da esperienze in grandi maison europee come il Grand Véfour di Parigi il Waterside inn di Londra e in Italia nel pluristellato Dal pescatore a Canneto sull’Oglio.

“In questi anni – commenta Michele Coppola, Direttore Centrale Arte, Cultura e Beni Storici Intesa Sanpaolo – le iniziative delle Gallerie d’Italia hanno incontrato il consenso e l’entusiasmo di tanti visitatori, anche grazie a una costante ricerca di originalità, di sperimentazione, di esplorazione di nuovi linguaggi. Con VOCE si completa l’offerta in Piazza Scala, in sinergia perfetta con una realtà, Aimo e Nadia, che è tradizione ma allo stesso tempo innovazione”.

Stefania Moroni, a capo dell’attività di famiglia da più di 30 anni, si dichiara “entusiasta e orgogliosa di essere parte integrante di un progetto unico e ambizioso in cui cibo, cultura e arte si intrecciano tra di loro. A conferma della forte sensibilità al mondo dell’arte che ci contraddistingue da sempre”.

“VOCE è stato pensato per essere uno spazio versatile e polifunzionale. Il nostro obiettivo è infatti quello di diventare un nuovo punto di riferimento per la città di Milano, in un contesto ricco di storia e cultura” afferma Alessandro Negrini che insieme a Fabio Pisani intende riproporre il credo storico della casa: quello di una tavola regionale italiana rivisitata, da sempre fondata sull’eccellenza e il rispetto dei prodotti, anche quando le mode erano altre. Valori oggi universalmente condivisi, ma che videro in via Montecuccoli una delle loro culle e che ritroviamo – come scrive la Guida Michelin –  nelle mani dei due “discepoli” con interpretazioni emozionanti, a volte memorabili”.

Share this post

Post Comment