Hotel “al formaggio”, la pazza idea di Londra

A Camden Town ha aperto The Cheese Suite, la prima camera d’albergo interamente dedicata al formaggio: dalla carta da parati ai taglieri di degustazioni, fino al… sapone.

Hotel “al formaggio”, la pazza idea di Londra

Immaginate una suite immersa nel formaggio. A qualcuno l’ipotesi farà rabbrividire, perché non li ama o addirittura è intollerante al latte e ai suoi derivata, ma per gli amanti del formaggio la Cheese Suite di Londra, aperta ai turisti a partire da sabato 8 febbraio, potrebbe rivelarsi un paradiso terrestre. O quanto meno un buon motivo in più per visitare la City, scegliendo un alloggio a tema gastronomico.

La curiosa camera di albergo si trova peraltro in uno dei luoghi più cool della capitale inglese, nel cuore di Camden Town: è stata ideata da Café Rouge, una catena di ristoranti in stile francese che ha oltre 70 sedi in tutto il Regno Unito, e dal sito di appartamenti Cuckooz Homes.

La stanza, come evoca il nome, non tradisce le aspettative e offre una vera e propria full immersion nel mondo dei formaggio. Tutto è infatti a tema, dai giochi da tavolo alla carta da parati, fino agli accessori e alle decorazioni: persino il classico cartellino “Do not disturb” diventa non casualmente di colore giallo e con scritto “We are eating cheese, please do not disturb”. Non mancano altri giochi di parole usati su porte e cuscini, come ad esempio “I’m so fondue you” o “Will you brie mine?”.

Cheese Suite a Londra

E poi, dopo averlo evocato in tutte i modi possibili, ovviamente il formaggio è protagonista anche dell’offerta gastronomica: è previsto un servizio di consegna hotline per chi volesse persino ordinare lo spuntino “della mezzanotte”, ed è offerto un ricco tagliere di benvenuto (la dispensa è piena di baguette, camembert e gorgonzola), accompagnato da vino e cracker al gusto – ça va sans dire – di formaggio.

Persino il bagno è a tema: forse non tutti lo troveranno così piacevole, ma nella Cheese Suite di Londra anche il sapone è al “profumo” di formaggio… L’iniziativa ha anche una valenza benefica: il soggiorno di una notte è gratuito (al netto del cibo consumato), ma gli ospiti possono scegliere di devolvere una quota in beneficenza a The Prince’s Trust, l’ente di solidarietà fondato nel 1976 dal Principe Carlo, e partner del progetto.

Share this post

Post Comment