Festa a Vico: oltre 400 chef da tutta Italia alla Repubblica del cibo

Il grande chef Gennarino Esposito da 17 anni guida la Repubblica del Cibo, una manifestazione che presenta l’eccellenza della ristorazione italiana a migliaia di appassionati provenienti da tutta Italia

Festa a Vico: oltre 400 chef da tutta Italia alla Repubblica del cibo

La Repubblica del Cibo aprirà la diciassettesima edizione di Festa a Vico, in programma dal 2 al 4 giugno. Gennaro Esposito, chef due stelle Michelin della Torre del Saracino di Seiano, ha voluto fortemente nel corso degli anni che la kermesse avesse anche un’anima popolare che coinvolgesse la sua Vico Equense. Così, il centro storico della cittadina “antipasto” della Costiera sorrentina anche questa volta si animerà di sapori, profumi e colori con oltre 200 chef, impegnati a cucinare all’interno dei cortili, delle botteghe e delle attività commerciali e altri 200 che animeranno gli altri momenti della manifestazione, per un totale di 400 chef di cui 80 stellati.  Una festa nella Festa, la Repubblica del Cibo, un evento che richiamerà a Vico migliaia di appassionati del buon cibo, di turisti e di semplici curiosi richiamati dal crescente fascino di una serata che ormai segna l’inizio dell’estate

Per l’occasione arriveranno a Vico oltre 200 chef da tutta Italia, a dimostrazione di come la Repubblica del Cibo sia un filo che unisce il Paese grazie al comune denominatore della buona cucina. Come tradizione vuole, sarà possibile assaggiare le creazioni che i giovani talenti del nostro panorama prepareranno per l’occasione, ma anche panini gourmet e altre specialità. Per gustare le prelibatezze della Repubblica del Cibo basterà una donazione di 22 euro da effettuare in prevendita o ai banchetti – disseminati per le strade di Vico – di una delle sette Onlus i cui progetti saranno finanziati da Festa a Vico. La donazione darà diritto ad un carnet di cinque assaggi (oppure quattro più un bicchiere di vino) più acqua e caffè. La Repubblica del Cibo scatterà alle 19.30 di domenica 2 giugno e sarà allietata dalla musica di Radio Kiss Kiss, media partner dell’evento. 

La Festa proseguirà il 3 giugno con “soSTAnza” (la piazza degli artigiani “distillato” delle materie prime d’autore che chiuderà i battenti l’indomani a pranzo) e la “Cena delle Stelle”, un’occasikone unica per gustare i piatti dei più grandi chef stellati: Bruno Barbieri – Giudice Masterchef / ConsultingMatteo Baronetto – Del Cambio * – Torino Antonino Cannavacciuolo – Villa Crespi ** – Orta San Giulio (No) Nino Di Costanzo – Danì Maison ** – Ischia (Na) Pino Cuttaia – La Madia ** – Licata (Ag) Giorgio Locatelli – Locanda Locatelli * – Londra UK Giuseppe Mancino – Il Piccolo Principe ** – Viareggio (Lu)Giancarlo Morelli – Pomiroeu * – Seregno (Mb)Alessandro Negrini e Fabio Pisani – Aimo e Nadia ** – Milano Giancarlo Perbellini – Casa Perbellini ** – VeronaValeria Piccini – Da Caino ** – Montemerano (Gr) Emanuele Scarello – Agli Amici ** – UdineMaurizio e Sandro Serva – Le Trota ** – Rivodutri (Ri)Massimo Spigaroli – Antica Corte Pallavicina * – Polesine Parmense (Pr)Francesco Sposito – Taverna Estia ** – Brusciano (Na) Cristiano Tomei – L’Imbuto * – LuccaGennaro Esposito – La Torre del Saracino ** – Vico Equense (Na) . E dopo la cena si aprirà la sala dei grandi pasticcieri: Fabrizio Camplone – Pasticceria Caprice – PescaraDiego Crosara – Consulting – Valdagno (Vi)Salvatore De Riso – Pasticceria Sal de Riso – Minori (Sa)Salvatore Gabbiano – Pasticceria Dulcis in Pompei – Pompei (Na)Fabrizio Galla – Pasticceria cioccolateria Fabrizio Galla – TorinoAlfonso Pepe – Pasticceria Pepe Mastro Dolciere – Sant’Egidio del Monte Albino (Sa)Emanuele Valsecchi – Pasticceria ArteSapori – Oggiono (Lc) e LeccoGabriele Vannucci – Rist. La Leggenda dei Frati – FirenzeSalvatore Varriale – Pasticceria Varriale – NapoliCarmine Di Donna – Rist. La Torre del Saracino – Vico Equense (Na)

Gran chiusura martedì 4 giugno con “Il Cammino di Seiano”. Ecco perché in totale saranno oltre 400 gli chef che animeranno Festa a Vico, che per il quinto anno darà spazio anche alle stelle nascenti della cucina italiana con il pranzo di lunedì 3 giugno riservato a giornalisti e addetti ai lavori. Alla Torre del Saracino, infatti, andrà in scena “Una Promessa è una Promessa”, che vedrà impegnati una dozzina di chef accuratamente selezionati tra i più interessanti della cucina italiana. Uno “step” di crescita importante perché questo pranzo ha messo in vetrina nel corso del tempo almeno una decina di cuochi che poi sono approdati alla stella Michelin. 

Festa a Vico nel corso degli anni è cambiata e si è trasformata, ma identico è rimasto lo spirito che anima gli chef che vi partecipano, dagli stellati ai più giovani. Ci si ritrova per far festa, appunto, ma soprattutto per contribuire a progetti di solidarietà che di edizione in edizione vengono finanziati appunto dall’evento. In totale, Festa a Vico ha già raccolto oltre un milione e centomila euro (270.000 euro nella scorsa edizione). Per questa Festa a Vico sono stati selezionati sette progetti di altrettante Onlus cui effettuare le donazioni.
Nello specifico, le Onlus che parteciperanno alla manifestazione sono: Alts, Fondazione Pro, La Bottega dei Semplici Pensieri, Noi con Voi per le Mici, Never Give Up, Parrocchia San Marco Evangelista, Convento di San Vito dei Frati Minimi di San Francesco da Padova (le ultime due saranno presenti soltanto la domenica in occasione della Repubblica del Cibo). I dettagli dei singoli progetti sono esplicitati sul sito internet della kermesse – www.festavico.com – che è on line. Visitando www.festavico.com sarà possibile scegliere quale progetto delle Onlus sostenere e come partecipare alle tre serate di Festa a Vico secondo le modalità indicate. Le donazioni per la Repubblica del Cibo e per il Cammino di Seiano potranno avvenire anche a Vico Equense presso i banchetti delle varie Onlus domenica 2 giugno e martedì 4 giugno.

Share this post

Post Comment