Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

WeFood, due giorni per conoscere le fabbriche del gusto dall’Emilia al Friuli VG

31 Ottobre - 1 Novembre

wefood show cooking

Torna WeFood, la manifestazione che ogni anno apre le porte ai visitatori delle “Fabbriche del Gusto” dall’Emilia al Friuli Venezia Giulia e quest’anno acquista un valore particolare proprio per la difficile situazione che lòa ristorazione italiana sta patendo. Sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre sarà possibile visitare 30 tra le migliori cantine, distillerie, produzioni di birre artigianali, caseifici, salumifici, laboratori di cioccolato e dolci tipici, produttori di paste alimentari e di farine sparsi tra l’Emilia, il Veneto, Il Trentino e il Friuli Venezia Giulia.
Visite guidate, laboratori, showcooking e degustazioni permetteranno ad un vasto pubblico, limitato negli accessi da stringenti misure di sicurezza, di cogliere i segreti delle produzioni di qualità. Una scelta, quella di realizzare gli incontri in sicurezza e in presenza, che tende a dare concreta dimostrazione tutti, anche di come la filiera agroalimentare sia oggi talmente sicura da superare ogni tipo di esame igienico e sanitario.
Considerando il numero limitato di posti a disposizione le prenotazioni per visitare le Fabbriche del Gusto sono già state numerose, indice che, garantendo la sicurezza il pubblico sta apprezzando la possibilità di entrare nel vivo dei luoghi produttivi e scoprire i segreti di prodotti che contribuiscono al piacere della tavola. Per prenotare le visite tutte gratuite, è sufficienti consultare il sito www.wefood-festival.it
La manifestazione è promossa da ItalyPost, con la collaborazione per il triveneto della Guida Venezie a Tavola.
Ecco le 30 Fabbriche del Gusto che apriranno le loro porte per WeFood
Veneto terra di sapori, tra cantine, pasta, formaggi e distillati
Partendo dal Veneto, i visitatori avranno a disposizione tantissime tappe per scoprire i prodotti di eccellenza del territorio. In particolare, gli amanti del vino avranno l’occasione di entrare in cantine e aziende vitivinicole che fanno della valorizzazione dei vitigni autoctoni la loro missione. È il caso di ioMazzuccato, azienda vitivinicola di
Breganze, ai piedi dell’altopiano di Asiago, che dispone di 25 ettari di vigneti in collina, tra Cabernet e Merlot e l’autoctono Vespaiolo. Sempre nel vicentino, a Costabissara, aprirà le sue porte anche Cantina Ongaresca, la cui filosofia si fonda sull’equilibrio tra rispetto per il territorio e innovazione: con 11 ettari di vigneti e una produzione di 35mila bottiglie. Anche in provincia di Verona apriranno le loro porte la Cantina F.lli Zeni, a Bardolino, la cui storia risale addirittura al 1870.
Altro grande protagonista del veronese è il Valpolicella e sarà presentato dalla Società Agricola Eleva. Nel padovano nel cuore del Parco Regionale dei Colli Euganei presso l’Azienda Agricola Maeli si potrà, invece, degustare il pregiato Moscato Giallo Fior d’Arancio, Tenuta San Giorgio con Ciottoli del Piave propongono una duplice attività: una visita guidata alla cantina di Tenuta San Giorgio con visita allo spazio degustazione, e a seguire una visita guidata dal titolo “Dolcezze del Piave” dove verrà presentato il tipico dolce di San Martino.
Per chi preferisce “salire un po’ di grado”, sarà possibile poi visitare l’Antico Laboratorio San Giuseppe, un piccolo liquorificio artigianale situato presso Villa Angaran San Giuseppe dei Padri Gesuiti a Bassano del Grappa (Vicenza), dove potrà scoprire i segreti degli amari, dei liquori e degli infusi d’erbe prodotti “come una volta”. Sempre in provincia di Vicenza, a Costabissara, aprirà le sue porte anche l’antica Distilleria Schiavo, fondata nel 1887.
Spostandosi in provincia di Padova, si potrà poi scoprire la realtà del giovane pastificio artigianale biologico VisVita di San Martino di Lupari.
Spostandosi in Trentino, gli amanti dei gusti autentici avranno l’opportunità di scoprire alcune realtà di eccellenza, come il Birrificio Bionoc’ di Mezzano di Primiero (Trento), nato nel 2012 per diffondere la cultura della birra artigianale.
Immerso nel verde della Valle S. Felice, nel cuore della Val di Gresta, si trova Naturgresta, caratterizzata da due laboratori certificati: l’opificio e il laboratorio erboristico. Sempre in Val di Gresta aprirà le porte l’Azienda Agricola Artigiana Ivo Gelmini, con un’estensione di 8 ettari dove vengono coltivati in prevalenza ortaggi.
Proseguendo il viaggio in Friuli Venezia Giulia, sarà possibile addentrarsi nei segreti della tradizione dolciaria regionale: a San Daniele del Friuli, in provincia di Udine, infatti, la cioccolateria artigianale Adelia
Di Fant svelerà tutti i segreti del cacao. Spostandosi a Nimis (Udine), si potrà conoscere da vicino l’antica Distilleria Ceschia, che, pur essendo entrata a far parte del grande Gruppo Molinari, Simbolo della tradizione dolciaria delle Valli del Natisone è la gubana e la si potrà scoprire nell’azienda famigliare Dorbolò Gubane, giunta ormai alla gestione della terza generazione. Gli appassionati di birra artigianale, invece, potranno sbizzarrirsi al Birrificio Foràn, a Castions di Strada, in provincia di Udine. Per coloro che invece preferiscono il vino potranno visitare l’Azienda Agricola Zidarich, nel cuore del Carso Triestino, a Duino Aurisina dal 1988.
Tappa in Emilia-Romagna, tra latte e formaggi. Da non perdere infatti sono le realtà della terra emiliano-romagnola, ricca di prodotti tutti da gustare. Si parte con il Caseificio Borgonovo, nella piccola frazione di Monticelli d’Ongina, in provincia di Piacenza, che dal 1978 produce ricotta, Grana Padano e “Cacio del Po”, formaggio dal gusto tipico del territorio. Il tour si conclude in provincia di Parma, a Zibello, con l’Azienda Cacciali Graziano che oltre alla produzione di formaggio, aderisce al Consorzio di Tutela del Culatello di Zibello DOP.
Anche per questa edizione di We-Food sono stati invitati alcuni dei più importanti chef della guida Venezie a Tavola per showcooking presso i seguenti ristoranti: Hotel Ristorante Aldo Moro con la chef Silvia Moro, Valbruna con lo chef Davide Tangari, Trattoria Laguna di Alvise Ballarin con lo chef Alvise Ballarin, L’Artigliere con lo chef Davide Botta. Tutti gli showcooking avranno come tema centrale le farine del partner Molino Agugiaro & Figna e verranno interpretate in vari modi dai protagonisti degli eventi.
Tutti possono partecipare a WeFood e tutti gli eventi di WeFood sono a ingresso libero: è solamente richiesta, per ragioni organizzative e di sicurezza, la prenotazione alle visite e agli eventi di proprio interesse sul sito internet www.wefood-festival.it, in corrispondenza di ciascuna azienda visitabile.

Commenta