Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Radicchio in mostra a Treviso, 3 giorni di appuntamenti enogastronomici

7 Dicembre 2018 - 9 Dicembre 2018

Radicchio rosso

Il Radicchio patrimonio e orgoglio enogastronomico del Trevigiano e indicazione geografica protetta sarà protagonista assoluto nel ponte dell’Immacolata della Mostra che Treviso dedica per tre giorni al più famoso dei suoi prodotti dal 7 al 9 dicembre.

E poiché si tratta di una vera e propria eccellenza la città per la prima volta apre alle manifestazioni che si succederanno in tre intense giornate di omaggio al Radicchio rosso la Borsa Merci della Camera di Commercio in Piazza Borsa che diventa così  teatro del gusto, della tradizione e dell’eccellenza made in Treviso.

Nei tre giorni sono previste degustazioni dei piatti della tradizione, cooking show, laboratori per bambini e mostra dei prodotti che fanno del radicchio un valore aggiunto: birra, formaggi, composte, liquori, aceti e prodotti da forno. Principe dell’evento il prodotto fresco, nella varietà precoce e tardiva.

A tagliare il nastro assieme alle autorità anche il nuovo presidente del Consorzio di Tutela Andrea Tosatto neo-eletto dal rinnovo del consiglio di amministrazione che rimarrà in carica per i prossimi 3 anni.

«L’antica Mostra rimane l’appuntamento di punta per il Consorzio impegnato a valorizzare e tutelare il radicchio Igp – afferma Tosatto – uno sforzo ripagato dal successo e dalla riconoscimento che questo evento che ben riesce anche grazie alle sinergie tra realtà del territorio. Il Radicchio Igp è un prodotto che ha percorso molta strada ma può raggiungere risultati ancora maggiori, questo evento serve anche a far conoscere l’importanza di questa coltura e di tutta la filiera». Una sinergia che schiera in prima linea il Consorzio di tutela e incontra il favore dell’amministrazione comunale, della Camera di commercio di Treviso e Belluno, dell’associazione Birrai indipendenti e di Assocuochi Treviso.

Una festa che celebra il bollino Igp, unico dettaglio che garantisce un prodotto perfetto coltivato a regola d’arte, messaggio difficile da far passare ai consumatori troppo spesso distratti, l’obbiettivo infatti è quello di far conoscere a tutti cosa si nasconde dietro al prodotto finito e diffondere consapevolezza e cultura di un prodotto unico al mondo. Sul palco in programma un’alternanza dei grandi nomi della cucina trevigiana da Valter Crema a Marco Valletta, Gianni Minuzzo, Marco Salin e Fabio Mariuzzo ma anche momenti culturali con l’archivio Giuseppe Maffioli e l’accademia del Tiramisù. Un tiramisù che sarà protagonista anche nei Beby laboratori gratuiti pensati per i più piccoli che vedono il team Lady Chef alternarsi per la conoscenza e la valorizzazione di un eccellenza sempre made in Treviso. Appuntamento anche con il brindisi natalizio organizzato da Comic Book Festival Treviso previsto venerdì alle 19.

Novità della 111^ edizione la Cena di Gusto appuntamento aperto a tutti che anticipa la kermesse e si terrà, sempre nella hall della Camera di Commercio, giovedì 6 dicembre a partire dalle 19:30. Una cena speciale dove 5 piatti preparati dall’istituto Alberghiero Maffioli di Castelfranco Veneto saranno abbinati alla selezione di 5 birre tra i produttori del gruppo Birrai Indipendenti di Confartigianato Treviso. Una serata esclusiva che devolverà il ricavato, al netto delle spese, alla Fondazione Città della Speranza Onlus e si chiuderà con il le note dolci del Tiramisù proposto da Assocuochi Treviso (costo 25 euro, info e prenotazioni 345 316 4319 e cenadigusto@gmail.com).

Il Radicchio,  specie denominata Cichorium Intybus è presente fin dalla notte dei tempi come cicoria selvatica, ma è il continuo lavoro di selezione massale e il miglioramento delle tecniche di produzione a farne il pregiato e famoso Radicchio Rosso di Treviso IGP. La coltivazione del radicchio rosso di Treviso è frutto di una tradizione che affonda nei secoli. Alcune ricerche iconografiche condotte da Tiziano Tempesta dell’Università di Padova hanno dimostrato come il radicchio fosse coltivato già dalla metà delXVI secolo. Lo si vede rappresentato in alcuni dipinti come “Le Nozze di Cana” di Leando Da Ponte  detto Il Bassano (oggi al Museo del Louvre di Parigi).

Ma il processo di produzione si sarebbe affinato solo nella seconda metà del XIX secolo. leggende che si fondono con la realtà, aneddoti e tradizioni. Come quello che racconta di alcuni uccelli che avrebbero lasciato cadere il seme di questa speciale cicoria sul campanile del paese di Dosson di Casier, località alle porte di Treviso, trovato poi dai frati che l’avrebbero accudito con cura e coltivato. Sarebbe stato il vivaista Francesco Van den Borre, giunto dal Belgio nel 1870 per realizzare un giardino patrizio, a portare nella sua proprietà di Dosson, nel trevigiano, la tecnica di imbianchimento già in uso per le cicorie belghe. È nell’anno 1900che il radicchio rosso di Treviso raggiunge la consacrazione con la realizzazione sotto la Loggia dei Grani di Piazza della SignoriaTreviso della prima mostra dedicata ai produttori del radicchio rosso di Treviso e voluta dall’agronomo di origine lombarda, Giuseppe Benzi.

Dettagli

Inizio:
7 Dicembre 2018
Fine:
9 Dicembre 2018
Categoria Evento:
Tag Evento:
,

Organizzatore

Consorzio di tutela Radicchio Rosso di Treviso

Commenta