Ercole Olivario presenta in Cina i migliori oli italiani

A partire da domenica 30 giugno il concorso nazionale dedicato alle eccellenze olearie territoriali italiane sbarca a Shanghai per promuovere i migliori oli italiani presso il mercato asiatico.

Ercole Olivario presenta in Cina i migliori oli italiani

Ercole Olivario, il concorso nazionale dedicato alle eccellenze olearie territoriali italiane, sbarca in Cina, a Shanghai, per promuovere i migliori oli italiani presso il mercato cinese.

Si comincia domenica 30 giugno presso il JW Marriott Hotel con un tasting riservato alla stampa di settore: nell’ambito della masterclass, organizzata da Ice Shanghai insieme a Monica Hung di Olive Green e O.L.E.A. – Organizzazione Laboratorio Esperti Assaggiatori, si svolgerà la prestigiosa degustazione con gli oli vincitori della XXVII edizione della competizione, organizzata tradizionalmente dall’Unione Italiana delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, in collaborazione con la Camera di Commercio di Perugia e il sostegno del Sistema Camerale Nazionale, delle associazioni dei produttori olivicoli, degli enti e delle istituzioni impegnate nella valorizzazione dell’olio di qualità italiano.

Martedì 2 luglio spazio invece al grande evento di presentazione delle etichette delle aziende riunite sotto il brand Ercole Olivario già presenti nel mercato cinese. Sarà una sorta di show a tavola, con un menu creato appositamente per esaltare gli oli protagonisti, che andrà in scena all’interno del famoso ristorante italiano LAGO by Julian Serrano.

“L’obiettivo dichiarato della nostra missione a Shanghai – spiega il presidente della Camera di Commercio di Perugia e del Comitato Organizzatore dell’Ercole Olivario, Giorgio Mencaroni – è quello di far conoscere ai professionisti e ai rappresenti dei media cinesi la qualità e la straordinaria varietà che i nostro oli sono capaci di esprimere. Allo stesso tempo, grazie alla preziosa collaborazione con l’Ice, intendiamo offrire un supporto concreto ai nostri produttori affinchè possano presidiare in maniera sempre più capillare questo mercato ormai fondamentale per il made in Italy. Non a caso, nel corso della tre giorni avremo modo di valutare la reale fattibilità relativa ad un’eventuale partecipazione delle aziende targate Ercole Olivario alla fiera FHC di Shangai, in programma a novembre”.

E intanto, di ritorno dalla Cina, per gli oli vincitori dell’edizione 2019 del concorso è già in calendario la trasferta a Milano dal 5 al 7 luglio: a fare da teatro questa volta sarà il Villaggio contadino della Coldiretti, dove Ercole Olivario firmerà una degustazione nell’ambito della Evoo School Italia, la scuola dell’olio extravergine d’oliva realizzata da Unaprol Consorzio Olivicolo Italiano in collaborazione con Coldiretti e Fondazione Campagna Amica con l’intento di promuovere la cultura olearia, ma anche la conoscenza del settore, gli ambiti di sviluppo e il dialogo con le istituzioni.

Condividi

Commenta