Donne Fittipaldi: la sfida in rosa delle bollicine a Bolgheri

Una azienda al femminile gestita dal 2006 da quattro sorelle e dalla madre produce vini di qualità. E ora nella patria dell’Ornellaia lancia le prime bollicine, un rosa frizzante primo vino “ancestrale”.

Donne Fittipaldi: la sfida in rosa delle bollicine a Bolgheri

Ricordate “Piccole donne”? Sicuramente le  ragazze di mezzo mondo hanno letto negli anni dell’infanzia il romanzo di Louise May Alcott o almeno hanno sentito parlare di Jo, Meg, Beth ed Amy e della loro mamma. E gli uomini hanno guardato le storie di queste quattro giovani e belle  americane portate sul grande schermo da grandi attrici della nostra epoca.

A farci rievocare oggi un classico della letteratura dell’800 sono le Donne Fittipaldi.  Quattro sorelle come le sorelle March. Ragazze creative, talentuose e allegre che, tra le tante differenze con le protagoniste del libro della Alcott,  sono emancipate a tal punto creare, tutte insieme  con la loro mamma, una azienda che produce vini famosi in tutto il mondo.

Carlotta, Giulia, Serena e Valentina con la madre Maria sono insieme dal 2006 sulla tolda della “Donne Fittipaldi”, azienda tutta al femminile, che produce vini di grande eleganza e armonia, “capaci di trasmettere il carattere dei grandi nomi bolgheresi”, come osserva Maria Fittipaldi Menarini.

Una storia che inizia con l’acquisto di una proprietà in Toscana lungo la strada che da Castagneto Carducci porta a Bolgheri. Accanto a vicini illustri come Ornellaia, c’è la vigna del Bruciato delle nostre protagoniste e sullo sfondo l’anfiteatro di colline con il vento del mare che porta gli aromi della vegetazione mediterranea. Le Donne Fittipaldi hanno impiantato Merlot, Petit Verdot, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Malbec e Orpicchio. Molto attratte dall’arte, hanno poi studiato insieme a Giorgio Restelli, in arte Giores, la realizzazione delle etichette, che oggi caratterizzano i vini con immagini legate alla loro personalità e alla loro storia. Non solo. Hanno creato un premio a favore di giovani talenti nel settore dell’immagine del vino. 

   Sui circa 9 ettari di vigneto di proprietà nascono 5 etichette Bolgheri Rosso Doc, Bolgheri Rosso Superiore Doc, Rosso Superiore Doc, Malaroja (al 100% Malbec), Lady F (100% Orpicchio).

    E ultima arrivata sulla scena è  “5”,  un rosa frizzante, primo vino “Ancestrale”,  al 100% di uve  Malbec.”Nessuno aveva osato spumantizzare a Bolgheri – osserva sorridendo Anna. Con il “ 5”  lo fanno da oggi le moderne ragazze March. Rifermentato naturalmente, e’ un vino senza aggiunta di zuccheri, che si evolve nel tempo. La produzione si aggira sulle 3mila bottiglie e il costo è di 10 euro circa.

E’ da gustare con gli amici come aperitivo, con piatti di salumi, primi piatti e piatti a base di pesce. E’  un vino fresco, di bassa gradazione alcolica,  complesso e di personalità spiccata. Al naso si apprezzano i classici sentori di crosta di pane e le note bolgheresi floreali.  Non viene fatta sboccatura, quindi resta leggermente torbido. Il colore, ça va sans dire, e’ rosa cipria!

Donne Fittipaldi srl

Via Bolgherese, 198 Loc. La Pineta

57022 Bolgheri
Castagneto Carducci (LI)
tel. +39 0565 762175

donnefittipaldi.com 

info@donnefittipaldi.it

Share this post

Post Comment