Coronavirus e spesa: le app per “saltare” la fila

Fare la spesa è diventata un’impresa, ma le soluzioni per essere tempestivamente aggiornati sui tempi di attesa ci sono.

Coronavirus e spesa: le app per “saltare” la fila

Fare la spesa in tempo di coronavirus sta diventando un’impresa, tra file interminabili, scaffali talvolta vuoti e psicosi più o meno giustificate? No problem: oltre al prezioso vademecum pubblicato sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità (che ricorda il distanziamento, i guanti e le mascherine se possibile, ma anche il consiglio di disinfettare le confezioni appena arrivati a casa), sono arrivate anche delle app per limitare rischi, frustrazione e perdite di tempo determinati dalle file interminabili all’ingresso dei supermercati.

Una di queste è DoveFila (disponibile anche in versione desktop), evoluzione della piattaforma DoveConviene, una applicazione per condividere offerte promosse dai negozi su tutto il territorio nazionale. Con la stessa tecnologia, gli ideatori del progetto hanno pensato di trasformare l’app all’occorrenza, per permettere agli utenti di conoscere, in tempo reale, i minuti (o addirittura le ore…) di attesa per entrare al supermercato. Il servizio, al momento attivo solo a Roma e fruibile gratuitamente, dipende anche dal contributo degli utenti, che con le loro segnalazioni dal campo permettono di perfezionare le stime di attesa, indicando anche quanto persone li precedono in fila. 

A Milano (e in tutta la Lombardia) invece è già operativa l’app Filaindiana.it, ideata da Fulvio Bambusi e Andrea Torrone: utilizzo e operatività analoghi, con possibilità di geolocalizzarsi e inviare il proprio contributo per perfezionare le stime d’attesa. Un servizio, come viene specificato dallo stesso sito, no-profit e crowdsourced.

Condividi

Commenta