Coronavirus: a Milano via a lezioni virtuali per la formazione cuochi

Congusto Gourmet Insitute, aggira il divieto delle lezioni in aula per i giovani cuochi avviando un nuovo modello didattico per la formazione basato su e-learning, podcast e chat. Il tutto in attesa del ritorno alla normalità

Coronavirus: a Milano via a lezioni virtuali per la formazione cuochi

Le misure restrittive adottate dal governo per scuole, università e istituti tecnici non bloccano lo spirito di iniziativa degli italiani. A Milano  Congusto Gourmet Institute, Ente di Formazione riconosciuto da Regione Lombardia si affida alla tecnologia per lanciare a tempo record una serie di iniziative fondamentali per la formazione degli allievi attraverso la didattica digitale. Già nei giorni scorsi era stato messo in atto un percorso con formazione blended, ovvero mista in sede e a distanza. Ora, alla luce dei nuovi sviluppi la formazione diventa e-learning – lezioni tenute in modalità FAD, acronimo di “formazione a distanza” – per permettere agli studenti di affrontare tutte le lezioni teoriche, che nella formazione di un futuro cuoco costituiscono l’ossatura necessaria per affrontare al meglio la professione.

Grazie all’e-learning si possono trattare argomenti come le norme haccp, la teoria dell’alimentazione e molto altro, oltre che svolgere colloqui di orientamento con tutor e docenti. Congusto affianca alle lezioni online (che avvengono sulla piattaforma WeSchool, richiedono la registrazione degli studenti e hanno pertanto piena valenza didattica) anche approfondimenti e contenuti extra veicolati attraverso podcast, oltre a chat sui principali sistemi di messaggistica per aiutare i ragazzi e rispondere alle loro domande, chiarirne i dubbi e perfino sostenere a distanza test intermedi.

congusto corso e-learning

“Abbiamo deciso di trasformare un problema in un’opportunità – spiega Federico Lorefice, fondatore e direttore di Congusto Gourmet Insitute – e rispondere all’emergenza con tutto l’impegno possibile per mettere a proprio agio gli studenti. Le lezioni online, che vengono fornite attraverso la piattaforma già in uso alla scuola e agli allievi per lo scambio di documenti in formato digitale, sono quelle più teoriche perché non dobbiamo dimenticare che nel mestiere di chef la teoria ha un valore molto importante e, infatti, dedichiamo a questi aspetti lezioni di 3 o 4 ore ciascuna, durante le quali il docente è collegato in tempo reale e interagisce attivamente con gli allievi”.

L’obiettivo di Congusto è trasformare una situazione di emergenza in un modello didattico avanzato, replicabile anche in futuro, rafforzando l’uso di strumenti molto utili come le lezioni a distanza, i podcast, le chat di gruppo e quelle coi singoli utenti, oltre a tutto quello che può garantire agli allievi una risposta pronta e professionale alle loro esigenze. “I nostri ragazzi e ragazze hanno investito su di noi per essere pronti ad affrontare il futuro e, da parte nostra, vogliamo rispondere con tempestività, in modo che possano completare in fretta il percorso in aula appena sarà possibile riprendere le lezioni frontali, per permettergli di entrare nel mercato del lavoro nei tempi e nei modi più consoni. Certo, con l’e-learning viene meno il “vissuto” della classe, almeno temporaneamente, ma la tecnologia ci permette comunque di mantenere il contatto quotidiano e diretto con gli allievi, che per una buona formazione è fondamentale”, puntualizza Lorefice.

Le lezioni online partiranno martedì 10 marzo. I primi temi affrontati saranno: Food Cost, Brand Reputation, Orientamento, Intolleranze e regimi alimentari. Ciascun argomento sarà trattato da un insegnante specializzato, già parte del corpo docente dell’Istituto.

Condividi

Commenta