Cibo di strada: parte da Roma il Festival itinerante

Il tour toccherà 80 piazze d’Italia con trenta chef di strada che proporranno preparazioni intaliane e internazionali

Cibo di strada: parte da Roma il Festival itinerante

Parte da Roma e girerà tutta Italia da febbraio dicembre l’International Street Food Festival, collaudata manifestazione che ogni anno porta nelle principali piazze italiane il cibo di strada, che ha una lunga tradizione sia in Italia che all’estero, come a New York con i carretti di Hot dog, ad Istanbul con i chioschi del Kebab e a Parigi le creperie sui boulevard tutti luoghi simbolo dello Street Food.

In Italia il cibo di strada ha un a capillare diffusione regionale dalla pizza a portafoglio di Napoli alla piadina dell’Emilia Romagna, senza dimenticare, la polenta con il lardo di Arnad della Valle d’Aosta, la focaccia di Recco della Liguria e il pinzone di Ferrara, la farinata o la panissa genovese, in Emilia Romagna la piadina o lo gnocco fritto gonfio e dorato asciutto e vuoto all’interno pronto per essere farcito con salumi e formaggi, come antipasto, spuntino o secondo piatto accompagnato da un buon bicchiere di Lambrusco.

Il Festival ideato da un imprenditore torinese Alfredo Orofino nasce dall’idea di portare nelle piazze, all’aria aperta, il cibo che generalmente non si ha modo di mangiare a casa, gustando sapori di varie nazionalità, con l’intento di far conoscere in tutta Italia una nuova ristorazione, una ristorazione mobile, realizzata solo ed esclusivamente con cibi che puntano alla qualità senza tralasciare il buon bere, l’accoglienza e l’aggregazione tra culture.

Protagoniste sono le materie prime che hanno dato vita allo street food italiano (acqua, farina, olio e pomodoro) e a renderle indimenticabili, in singoli appuntamenti, le sapienti preparazioni di oltre 30 chef su strada. La manifestazione sarà accompagnata da una proposta internazionale con prodotti della cucina texana, di quella ispanica, indiana, greca, argentina, messicana, tedesca, balcanica, serba, australiana e turca con l’obiettivo di dare una panoramica internazionale.

Si parte dunque il 20 febbraio da Roma per una quattro giorni di full immersion di cibo di strada nella Piazza di Santa Maria Ausiliatrice, nel quartiere tuscolano, si prosegue poi in 80 città fra cui Firenze, Milano, Napoli, Lecce, Cuneo, Alessandria, Ancona, Novara, Arezzo, Udine, Rieti.

Ogni tappa avrà come protagonisti gli Chef su strada, che difendono con caparbietà e orgoglio i loro street food. Ristoranti su ruote che girano l’Italia e propongono nuove prelibatezze gastronomiche, all’insegna della qualità e realizzate con estrema professionalità.

Gli chef impastano, friggono, bollono, infornano, arrostiscono come se fossero tra le mura dei loro laboratori d’origine, immutando così la passione per la buona cucina e la qualità del risultato. Presenti anche stand dedicati a birra artigianale di microbirrifici d’Italia e del mondo, sono inoltre previsti, ogni sera, eventi e spettacoli da vivo.

Share this post

Post Comment