Gelato artigianale: partito 1° tour nazionale di degustazione sensoriale

Da Firenze ad Aprilia, un viaggio nel gusto italiano attraverso 300 gelaterie con Slow food Editore e l’ice cream master Roberto Lobrano.

Gelato artigianale: partito 1° tour nazionale di degustazione sensoriale

Da Firenze ad Aprilia, un viaggio nel gusto italiano con Slow food Editore e l’ice cream master Roberto LobranoUn Tour Nazionale di Degustazione Sensoriale attraverserà tutta la penisola alla scoperta del gelato artigianale italiano. Tappa di partenza una gelateria di Firenze, una tra le migliori d’Italia delle oltre 300 pubblicate nel manuale Il mondo del gelato edito da Slow Food editore. Il Tour è guidato da Roberto Lobrano autore del manuale e ice cream master Roberto Lobrano,  con l’obiettivo di effettuare una ricerca nazionale sulla percezione del gusto del gelato, con un test di analisi sensoriale messo a punto con l’Area di Ricerca di Bologna del CNR.
Il Gelato artigianale rappresenta per l’Italia una realtà storicamente importante. Non tutti sanno, infatti, che si deve a un italiano la prima forma di gelato moderno, un cuoco siciliano, Francesco Procopio dei Coltelli, che dopo tanti insuccessi e successivi perfezionamenti, arrivò a Parigi, dove aprì nel 1686 un locale tuttora esistente, il Café Ptrocope, dove veniva servita una grande varietà di gelati. In seguito, dato l’enorme successo ottenuto, si spostò in una nuova e più grande sede (oggi in rue de l’Ancienne Comédie), di fronte alla “Comedie Francais ” (il teatro, fondato nel 1680, si sarebbe poi spostato nella sede attuale nel 1799).  Quel “Café” offriva: “acque gelate” (granite), gelati di frutta, “fiori d’anice”, “fiori di cannella”, “frangipane”, “gelato al succo di limone”, “gelato al succo d’arancio”, “sorbetto di fragola”, in una “patente reale” (una concessione) con cuiLuigi XIV aveva dato a Procopio l’esclusiva di quei dolci.

E forte di questa tradizione il nostro paese è l’unica nazione al mondo dove il gelato artigianale copre il 55% del mercato, grazie alla copertura capillare, la storia, la tradizione, l’abitudine del gelato da passeggio e la professionalità degli addetti.  Un patrimonio che il mondo ci invidia e che per questo va promosso e salvaguardato.

Però è anche vero che «Siamo inondati da preparati freddi chiamati indistintamente gelato e che spesso sono altro – afferma Lobrano – per riconoscerne le qualità, occorre comprendere a fondo il prodotto e le sue declinazioni territoriali, il suo percorso storico e le leggi che si nascondono dietro alla sua apparente semplicità.».
Non si tratta soltanto di un evento inedito che coinvolge il pubblico nell’analisi sensoriale di uno dei prodotti più amati dagli italiani: è il primo viaggio socio-culturale e antropologico sulla percezione e sul gusto dei consumatori, in riferimento al gelato artigianale, su scala nazionale. Una volta iscritti, i partecipanti potranno cimentarsi in una serie di test, votare con il proprio smartphone e partecipare così alla ricerca. I test saranno di carattere quantitativo-descrittivo e metteranno a confronto tre tipi di gelato diversi ogni volta, attraverso i quali imparare a riconoscerne la qualità evidenziandone le differenze.

Oltre al contenuto scientifico, non mancherà la componente ludica: il pubblico verrà coinvolto in assaggi alla cieca con l’utilizzo di mascherine, in cui dovrà individuare (senza riferimenti visivi e con il solo aiuto dei propri sensi gustativi, olfattivi e tattili) i vari ingredienti di speciali gusti di gelato creati per l’occasione…

Con il progetto realizzato in collaborazione con Slow Food Editore e le gelaterie coinvolte, Roberto Lobrano darà vita inoltre a una campagna di solidarietà a favore delle aziende agricole della Valpolcevera coinvolte dal crollo del ponte Morandi di Genova. È così che la degustazione sensoriale si farà anche momento solidale e ci porterà a scoprire il mondo del gelato artigianale, celebrando insieme al mondo scientifico l’eccellenza della maestria e delle qualità italiane.

I risultati dei test andranno ad ampliare la ricerca già introdotta nel libro Il mondo del gelato, scritto per Slow Food Editore da Roberto Lobrano, gelatiere e presidente dell’associazione Gelatieri per il Gelato. Un manuale che fornisce una panoramica approfondita e completa sul gelato artigianale, dalla storia all’analisi sensoriale passando per composizione chimica e tecniche produttive. Il volume presenta inoltre un ricettario completo per preparare, in casa o in laboratorio, un gelato con ingredienti di qualità e di stagione, senza utilizzare semilavorati composti.

Indispensabile per dare il via al tour di degustazioni in giro per l’Italia è stato poi l’inserto estraibile con gli indirizzi delle 322 gelaterie che meglio interpretano il gelato artigianale secondo l’autore, tra i quali lo stesso ha selezionato, regione per regione, le tappe di un tour che disegnerà la prima mappa della percezione del gusto sul gelato. Per informazioni su come candidare la propria gelateria come tappa del tour è possibile inviare un’email a info@robertolobrano.com o chiamare il numero 347 276 2104, mentre per partecipare come assaggiatori è necessario prenotarsi rivolgendosi alla singola gelateria.

Le tappe del tour finora annunciate:

11 aprile FIRENZE, Gelateria Della Passera – Via Toscanella 15/r

13 aprile LUCCA, Gelateria De Coltelli – Via San Paolino 10

16 aprile GENOVA, Gelateria Gelatina – Via Garibaldi 20/r

27 aprile MAROTTA (PU), Gelateria Joseph – Viale Carducci 63

4 maggio LUCCA, Cremeria Opera – Viale Gaetano Luporini 951

5 maggio AREZZO, Cremeria Cecconi – Via della Madonna del Prato 85

8 maggio ORBASSANO (TO), Gelateria Golosia – Via Maria Montessori 8/a

15 maggio L’AQUILA, Gelateria Bar Duomo – Piazza Duomo 32

18 maggio BUSTO ARSIZIO (VA), Gelateria Il Dolce Sogno – Viale Vittorio Alfieri 28

21 maggio PERUGIA, Gelateria Gambrinus – Via Luigi Bonazzi 3

23 maggio PISA, Gelateria De Coltelli – Lungarno Antonio Pacinotti 23

27 maggio BRESCIA, Possi Gelatieri – Via Triumplina 245

29 maggio PONTENURE (PC), Gelateria Mil Sabores – Viale Leonardo da Vinci 15

4 giugno SASSARI, Gelateria Bosisio Passione Bio – Via Brigata Sassari 71

6 giugno CAGLIARI, Gelateria 070.Café Cremeria del Corso – C.so Vittorio Emanuele II  49

8 giugno MONEGLIA (GE), Gelateria Qualcosa di buono – Corso Libero Longhi 23/g

10 giugno SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP), Gelateria Crème Glacées – Via Cesare Luciano Gabrielli, 8

11 giugno FORMIA (LT), Gelateria Gretel Factory – Via Abate Tosti, 51

13 giugno OSTUNI (BR), Gelateria Ciccio in Piazza – Piazza San Oronzo 16

14 giugno PALAGIANO (TA), Bar Mincuccio – Largo Cristoforo Colombo 1

18 giugno PADOVA, Gelateria Ciokkolatte – Piazza dei Signori, 27

25 giugno APRILIA (LT) Gelateria Tonka – via Ugo Foscolo, 15

Share this post

Post Comment